Mini torna per il terzo anno al Fuorisalone. Con il suo “Built by all” riempie lo spazio della Torneria proponendo una soluzione alla mancanza di spazi abitativi. La proposta di Mini è quella di sfruttare gli spazi già esistenti ma abbandonati, riqualificandoli.

 

Oke Hauser ha spiegato il progetto con queste parole: “Today’s standardised housing market is limited in its ability to meet the requirements of the individual. So MINI Living – Built by all turns people into active creators and puts them at the heart of the design process. We believe that ultimately the quality of a living space is determined by how well the residents identify with their home.

 

Il progetto di Studiomama

 

Il progetto è stato sviluppato dallo studio londinese Studiomama e risponde pienamente a questo bisogno di identificazione con la propria casa e alla sempre maggiore richiesta di personalizzazione da parte delle giovani generazoni.

 

L’idea è stata quella di sviluppare un micro quartiere. Studiomama ha infatti realizzato 4 unità abitative totalmente diverse fra loro per colore e stile, all’interno di uno spazio pubblico con una cucina, una palestra e un’atrio totalmente condivisibili.

 

 

 

 

Le unità abitative sono tutte diverse fra loro e vogliono dare voce alle diverse personalità che le potrebbero abitare. Sono micro habitat nei quali la creatività può esprimersi liberamente, seppur in uno spazio piccolo. Ogni unità occupa 15-20 mt quadrati.

 

La prima abitazione è gialla e arredata in stile botanico, uno dei trend dei quali abbiamo già più volte parlato. E’ dedicata ad uno spirito artistico, con stampe botaniche appese alle pareti e inchiosti e pennini per disegnare sulla scrivania.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lo spazio abitativo azzurro è dedicata ad un amante della musica, con vinili e strumenti musicali. Le pareti sono decorate con polaroid e il letto è posto sulla cima della casa.

 

 

 

 

 

 

Lo spazio verde nasce per un amante delle lettura, ha uno spirito molto più riflessivo e un’atmosfera rilassante e raccolata. 

 

Nell’abitazione rosa è incarnato alla perfezione il laboratori di una stilista, con tanto di tavolo da lavoro e macchina da cucire, i manichini e una lavagna luminosa per i bozzetti.

 

 

 

 

Leave A

Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.