Bernd e Hilla Becher sono stati i fondatori della cosiddetta “Scuola di Düsseldorf”, un percorso di ricerca e insegnamento che li ha portati, insieme ai loro allievi, a rivoluzionare la documentazione fotografica.
I Becher hanno indagato gli edifici industriali con un criterio il più possibile oggettivo, con un metodo di classificazione rigoroso, simile a quello scientifico.
Arrivano così a concepire le “serie”, ovvero più foto dello stesso edificio ripreso da angolazioni diverse.

 

bernd-and-hilla-becher-2.jpg

Il fotografo immobiliare usa spesso questa tipologia d’approccio, per rappresentare ad esempio i vari lati della casa. I Becher, in genere, fotografavano ogni edificio scattando una foto ogni 45 gradi. Il fotografo immobiliare invece scatta fronte, retro e lato.

 

TH3A0122.jpg   

TH3A0149.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

Il metodo dei Becher era molto rigoroso e seguiva delle regole rigide: gli scatti non avevano mai inquadrature soggettive o artistiche e venivano realizzate in giornate di cielo leggermente coperto, in cui il sole non interferiva con lo scatto. Le persone, inoltre, non dovevano mai entrare nelle inquadrature.

Questo approccio era stato studiato da loro per poter conservare la memoria di edifici industriali, che temevano sarebbero andati persi negli anni. Per questo nelle loro foto troviamo silo, torri, acquedotti etc etc.

Presentavano anche tavole nelle quali raccoglievano edifici simili tra loro, secondo un criterio estetico che sta spesso alla base delle strutture dei portafoli dei fotografi d’architettura.

 

d3f5fa99ae7c3b281cb9cda3ef7e5036--water-tower-towers.jpg

Il concetto va ben oltre la semplice documentazione, è un vero e proprio linguaggio. L’editing con il quale le foto vengono scelte e accostate permette ad ogni edificio di parlare di sé e svelare qualcosa degli altri, con i quali è messo in relazione.

 

Se sei un fotografo immobiliare o d’architettura in cerca di ispirazione, ti suggerisco il libro: ” La scuola di Düsseldorf. Fotografia contemporanea tedesca“, di Stefan Gronert, il vero punto di riferimento per tutti gli appassionati dei due coniugi tedeschi.

 

Cosa ne pensi? La scuola di Düsseldorf ha un’influenza sul tuo lavoro di fotografo d’architettura? In cosa?

 

 

 

 

 

 

Leave A

Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.